Riassunto degli interventi

Lunedì, 20 marzo, l‘ Aiut Alpin Dolomites è stato allertato 3 volte: verso mezzogiorno è stato effettuato il primo intervento presso la seggiovia Comici, dove uno sciatore è caduto mentre stava salendo sulla seggiovia. Il paziente con un trauma alla gamba è stato sedato e con l’aiuto del Soccorso Piste caricato sull’elicottero . Anche il secondo intervento della giornata riguardava uno sciatore, questa volta al Ciampinoi, che è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone con una sospetta frattura del femore. Verso le ore 16.20 è giunta una chiamata d’aiuto dal Soccorso Piste di Corvara, una sciatrice 68enne austriaca ha riportato un trauma cranico serio ed è stata elitrasportata all’ospedale di Bolzano.
3 interventi effettuati anche martedì, 21 marzo: già verso le 7 del mattino è giunta in base la prima chiamata di aiuto, una donna di 60 anni necessitava di un medico. Dato che le informazioni erano poco chiare, medico e soccorritore hanno raggiunto la paziente in macchina. Una volta sul posto però il medico ha ritenuto necessario il trasporto all’ospedale di Bressanone in elicottero . Verso le 8 del mattino l’Aiut Alpin Dolomites è decollato per il secondo intervento in direzione Laion per una donna affetta da un malore incerto. Dopo una prima visita la donna è stata consegnata all’ambulanza per il trasporto in ospedale. L’ultimo intervento della giornata riguardava uno sciatore 81enne caduto sulla pista del Lagazoui. L’uomo ha battuto fortemente la testa e soffriva di amnesia acuta, pertanto è stato elitrasportato all’ospedale di Brunico per accertamenti.
Anche mercoledì, 22 marzo la prima chiamata è arrivata già di buon mattino verso le ore 07.48: un collaboratore di una baita al Seceda soffriva di acuta insufficienza respiratoria e aveva un dolore toracico indefinito; l’uomo è stato elitrasportato all’ospedale di Bressanone . Verso le 10 due sciatori si sono scontrati sulle piste del Passo Gardena, uno dei due, una 37enne olandese, ha riportato una frattura esposta della tibia ed è stata elitrasportata all’ospedale di Brunico. Poco prima di mezzogiorno sulla pista Pilat in Val Gardena è stato recuperato ed elitrasportato a Bressanone uno sciatore polacco di 62 anni. Alle ore 17 uno sciatore 63enne con un trauma alla spalla necessitava di aiuto nella Città dei Sassi al Passo Sella e alle 18.48 l’ultimo intervento della giornata a S.Cristina riguardava un bambino olandese di solo 8 mesi che soffriva di convulsioni febbrili. Il medico ha visitato il bambino e tranquillizzato i genitori, un trasporto in elicottero non era necessario, il pilota è rientrato in base a Pontives.
Giovedì 23 marzo l’equipaggio dell’ Aiut Alpin Dolomites è stato allarmato alle 8 del mattino per un turista germanico che soggiornava a Selva; l’uomo aveva problemi cardiaci e ancora in volo ha subito un arresto cardiocircolatorio. Il pilota è atterrato d’urgenza e il medico è riuscito a rianimare il paziente, che successivamente è stato elitrasportato a Bolzano. Altri due interventi per infortuni in pista: il primo al Ciampinoi per uno sciatore con una sospetta frattura del femore, il secondo al Pralongià in Val Badia per uno sciatore con un trauma toracico. Al primo pomeriggio è stata soccorsa ancora una sciatrice con un trauma all’anca al Piz Sorega, e verso sera è stato elitrasportato un uomo con un trauma cranico da Corvara all’ospedale di Bolzano,
Il 24 marzo sono stati effettuati 4 interventi: come oramai di consuetudine tutta la settima il primo allertamento è giunto in base già verso le ore 07.30. Un dipendente di un albergo a Corvara è stato elitrasportato a Brunico con un sospetto infarto. Verso le 9 del mattino l’ambulanza della Croce Rossa ha portato in base a Pontives un bambino di un anno e mezzo, che è caduto da ca. 1 metro ed ha battuto fortemente la testa. Il bambino era sonnolente e il medico ha ritenuto opportuno il ricovero in pediatria a Bolzano. L’ultimo intervento della giornata era un incidente in moto, il centaura è stato elitrasportato a Brunico con un trauma della spalla.
E mentre sabato, 25 marzo, è stato effettuato un unico intervento a S.Cristina per un’ anziana di 85 anni con problemi respiratori, domenica 26 marzo per la prima volta in questa stagione invernale non ci sono stati interventi per l’Aiut Alpin Dolomites .