Incidenti in bici e reazioni allergiche

Il fine settimana del 23-24 luglio è stato molto impegnativo per l’equipaggio dell’Aiut Alpin Dolomites. Un autobetoniera si è ribaltata vicino a Chiusa. Il medico è riuscito a entrare nella cabina di guida e a curare l’autista ferito, mentre gli uomini dei vigili del fuoco volontari hanno usato cesoie idrauliche per aprire la porta della cabina in modo da poter estrarre il ferito. Poco dopo, l’elicottero è stato chiamato per un ciclista che era caduto malamente con la bici sulla pista da downhill a Plan de Gralba e aveva urgente bisogno di assistenza medica. Sabato ci sono stati anche due interventi a causa di una reazione allergica a una puntura d’ape, una volta a Fié allo Sciliar e una volta sul campo sportivo di Siusi.
Il soccorso alpino della Val Gardena ha richiesto l’aiuto dell’elicottero per soccorrere una donna romana di 44 anni che si era infortunata alla caviglia sotto le Odle. È stata recuperata con otto metri di di verricello. Ancora con il verricello, nel tardo pomeriggio, per soccorrere due escursionisti sotto il Rifugio Scotoni nel bel mezzo di un temporale. Alle undici di sera, una donna americana di 23 anni, investita da un’auto a Roncadizza, non lontano dalla sede dell’AAD, ha dovuto essere medicata ed elitrasportata in ospedale.
Domenica mattina è stata segnalata un’emergenza medica sul Passo Furcia per un turista bolognese. A mezzogiorno sono stati chiamati per prestare i primi soccorsi a un ciclista di 23 anni che era caduto malamente nella discesa del Ciaulonch, nella zona di Corvara, riportando un politrauma. Alle sette di sera è arrivato un altro allarme dalla Val Badia: un uomo del posto si è ribaltato con il suo quad e ha riportato ferite molto gravi. Purtroppo, tutti i tentativi di rianimazione da parte del medico d’urgenza non hanno avuto successo.
Lunedì si è svolta un’operazione di ricerca nella zona delle Odle, durante la quale è stato richiesto l’aiuto dell’Aiut Alpin. L’uomo è stato trovato su uno stretto crinale vicino alla Furchetta. Con l’ausilio di 20 metri di verricello è stato recuperato. A Latzfons, un ragazzo che saltava da un trampolino ha urtato il pavimento di cemento ed è rimasto gravemente ferito. Il ragazzo, che aveva perso coscienza, è stato elitrasportato all’ospedale di Bolzano insieme alla madre.